Fanfole - Fanfole

Fanfole di Nicola Villa

RSS Feed

Pezzi di Tirature – quarta parte

3. Lo spazio della poesia

Notevole è l'impegno di Tirature nel censire la produzione poetica in Italia. Ogni anno la sezione “I nostri libri” presenta utili recensioni e riflessioni tra le quali vanno ricordate quelle di Bruno Falcetto sulla poesia discorsiva e sulla memoria collettiva, parlando di Riccardi, Gorret e Pusterlai, e ancora l'intervento di Paolo Giovannetti sulla vitalità della poesia in prosa, analizzando le raccolte di Giovenale, Rentocchini e De Signoribusii. Ma il numero dell'annuario, curato da Spinazzola, che più organicamente affronta il tema della poesia oggi, è quello del 2002 con una ricca parte monografica intitolata “I poeti fra noi. Le forme della poesia nell'età della prosa”. In questa Turchetta, partendo dall'antologia Poeti italiani del Novecento di Mengaldo e Berardinelli, analizza la sopravvivenza della poesia oggi nonostante il paradosso di un numero alto di poeti contro le basse tirature di libri: “sembra che nell'era della modernizzazione e poi dei media […], la poesia abbia trovato il modo di vivere, spesso gloriosamente, proprio approfondendo le sue diversità”iii. Il paradosso si ripercuote nelle scelte di un grande vecchio come Andrea Zanzotto che confonde la trasgressione e il recupero delle tradizioni, a conferma di un “impotenza della poesia nel mondo […] e sua insostenibile forza di verità”iv. In conclusione Turchetta afferma la necessità della poesia con una ovvia considerazione che vale la pena ricordare come specificità di un linguaggio:“la poesia vive perché esplora territori che gli altri media non sanno raggiungere”v. Falcetto, di seguito, per tracciare un quadro della poesia degli ultimi venticinque anni, espone il concetto della “leggibilità”vi (una costante anche negli interventi sulla prosa e di analisi sui generi narrativi di Spinazzola), cioè una poesia fondata sulla volontà di comunicazione e sul rapporto equilibrato tra innovazione e tradizione e, negli ultimi anni ottanta e novanta, individua due insiemi di poeti: il primo, caratterizzato da una “narratività asciutta, franta e ruvida”vii, influenzato dalla “linea lombarda” e dai “maestri in ombra” Raboni e Sbarbaro, nel quale mette Cucchi, Rossi, Santagostini, Fiori e D'Elia; il secondo, da una “narratività insieme meno ambiziosa e più sciolta”viii con qualcosa di Penna, Gozzano e Palazzeschi, nel quale si possono inserire Cavalli, Lamarque, Ruffilli, Marcoaldi, Zeichen. In questa conta non rientrano esperienze più individualizzate ma non meno comunicative come quella di Magrelli, De Signoribus, Bacchini e Bandini. Altri interventi, su questo numero di Tirature, sono dedicati a “una editoria poco normale”, quella della poesia e dei metodi critici per realizzare le antologieix, e a come si stia assistendo all'ingresso di sempre maggiori poeti stranieri nelle librerie italianex. Inoltre Giovannetti richiama l'attenzione sul bisogno di includere la musica cantautorale italiana in un discorso critico-poetico, constatando la canonizzazione della canzone e il consolidamento di una cultura nei versi non solo di Guccini, De Andrè, De Gregori o Fossati, ma anche del rap, considerato spesso con disprezzo una sotto-culturaxi. A conclusione di questo numero monografico, c'è l'analisi dell'eccezione di una rivista specializzata, “Poesia”, edita da Crocetti da più di vent'anni, che può contare su una tiratura di 20mila copie, uno stile divulgativo e semplice che offre una visuale panoramica per un pubblico non specialistico.

i“Da Sesto San Giovanni a Globaltown” in Tir. '05

ii“Confini, margini (e limiti) della poesia in prosa” in Tir. '06

iii“Il prestigio della poesia difficile” di Gianni Turchetta in Tir. '02 pag. 11

ivTir. '02 pag. 14

vTir. '02 pag. 19

vi “La rivincita della leggibilità” di Bruno Falcetto in Tirature '02

vii Tir. '02 pag. 24

viii Tir. '02 pag. 25

ixSi fa rifrimento all'articolo di Umberto Fiori che critica le metodologie dell'antologia Poeti italiani 1945-1995 di Cucchi e Giovanardi

x“Voci dal mondo grande” di Edoardo Esposito in Tirature '02

xi“Una poesia orale postmoderna” di Paolo Giovannetti in Tirature '02