Fanfole - Fanfole

Fanfole di Nicola Villa

RSS Feed

TERZA EDIZIONE DEL FESTIVAL “ARCA PUCCINI” DI PISTOIA

UNA SERATA DI CONCERTI CON GIOVANI GRUPPI ITALIANI INDIPENDENTI, UN’IMPROVVISAZIONE DI BATTERIE E IL LIVE DEL CANTAUTORE AMERICANO JEFFREY LEWIS. OLTRE ALLA MUSICA DAL VIVO, UNA TAVOLA ROTONDA CON GOFFREDO FOFI, STEFANO ISIDORO BIANCHI E ALTRI CRITICI MUSICALI E STUDIOSI PER DISCUTERE SUI TEMI DELLA MUSICA CONTEMPORANEA.

 

            Giunge alla sua terza edizione il festival Arca Puccini, diretto e organizzato dal progetto nevrosi di Pistoia. Nato con l’intento di sperimentare una nuova forma di fruizione della musica dal vivo, Arca Puccini offre al pubblico la possibilità di partecipare a un evento che si compone di brevi concerti che si susseguono in un unico piano sequenza nei cortili interni del Palazzo San Gregorio, ospitando giovani gruppi indipendenti che provengono da tutto il territorio nazionale.

            Sono in tutto 18 i gruppi che abiteranno i cortili di San Gregorio e gli spazi dell'ex tipografia di Corso Gramsci, domenica 26 settembre a partire dalle ore 17.00. La prima parte della serata consiste in una concatenazione di concerti, disposti in diversi angoli del cortile e delle stanze, mentre il pubblico si sposta da una location all'altra. Ciascun artista ha a disposizione venti minuti di performance per esprimere la propria idea di suono, entrando in relazione con le altre presenze musicali. Diversamente da altre rassegne, Arca Puccini trasforma quella che apparentemente è una scaletta di concerti in un continuum musicale da attraversare nell'ottica dell'ascolto e della visione. All'interno della carrellata, un'improvvisazione di batterie e il progetto “Psss Psss Psss” ideato e condotto da Marino José Malagnino.

           

            Alle ore 22.00, per concludere la prima giornata di festival, è previsto il concerto di Jeffrey Lewis & The Junkyards, band newyorchese capitanata dal giovane cantautore, una delle voci più rappresentative della scena alternativa del suo paese d'origine. Jeffrey Lewis compone da sempre le sue canzoni mantenendo vivo un certo spirito folk e l’attitudine estroversa del punk; i suoi testi riescono a contenere comicità e tragedia, ironia e realismo. Le sue composizioni si basano sulla rielaborazione di brani folk tradizionali, che spesso attingono alla grande produzione popolare delle ballate d’amore; una rilettura che spinge brani semplici ed essenziali a contaminarsi con il sound psichedelico degli anni '70. Jeffrey Lewis è anche autore di fumetti, e alla musica associa progetti artistici tra cui la celebre “Storia illustrata del comunismo”, una biografia illustrata di Barack Obama, un blog sul “New York Times” e una TV sul sito del quotidiano britannico “The Guardian”.

 

Dalle 17.00 a mezzanotte il piano sequenza musicale di Arca Puccini

           

            Arrivano da Venezia Anna Lott e Silvia Lovo, le due anime del gruppo Amavo, composto di chitarra, batteria e synth che le vede alle prese con un sound frenetico e fiabesco; il disco Happymess segna l'esordio ufficiale del gruppo e vede il duo mettere in gioco slanci melodici eterogenei e centrifughi che vengono sempre ricondotti a un'armonia finale fluida. Matteo Pit (Ravenna) presenta ad Arca Puccini un proprio progetto solista, parallelo a quello della formazione Calcutta Bubbles che ha fondato insieme a Michele Papetti; si tratta di un immaginario italopunk che incontra quello electro-anni '80, in stretto contatto con l'arte visiva. I Sumo di Bologna arrivano a Pistoia con la loro musica punk rock, caratterizzata da un cantato spinto e graffiante, che insegue le note elettriche che scaturiscono dalle loro chitarre.

            Batterista, compositore e musicista elettroacustico, Andrea Belfi (Verona) si presenta ad Arca Puccini con un live-set solista, che procede dal 2003 dopo la storica esperienza con i Rosolina Mar; a seguito di un tour che lo spinge dall'America, al Belgio alla penisola scandinava, Belfi sviluppa una personale cifra sonora, autonoma e allo stesso tempo in grado di entrare in relazione con altre sonorità complesse. Una qualità che lo porta a collaborare con diverse band e musicisti, tra cui Stefano Pilia dei Massimo Volume e Mike Watt (ex membro degli Iggy and The Stooges), insieme ai quali avvia il progetto “Il sogno del marinaio”. Il suo lavoro “Tumbling” realizzato a nome Tumble (con Attila Faravelli) è da poco uscito per la Die Schachtel, nel cofanetto di autori vari dal titolo “Musica improvvisata”. Andrea Belfi partecipa anche al concerto per batterie.

            Da Firenze arrivano i Blue Popsicle, gruppo emergente costituitosi nel 2009, con una musica ispirata ai grandi del panorama punk rock e post-rock, dagli Stooges ai Cure, dagli Strokes agli Oasis. Fiorentini sono anche gli Hazey Tapes, band orientata verso suoni immediati, ritmi puntati sull'ascoltatore grazie alla carica irrivere nte delle loro chitarre.

            Dai dintorni di Pistoia i giovanissimi Ginny As Nuisance, A Small Document, Karl Marx Was A Broker, quindi i No Use For A Plan, gruppo giovanissimo che applica la lezione ambient alla sperimentazione elettronica, e Iaui, autore che unisce le proprie origini finlandesi e spagnole a un gusto compositivo che proviene dal retoterra musicale italiano.

            Durante i concerti varranno proiettati cortometraggi animati realizzati da Rojna Bagheri, Valeria Prosperi e Chiara Raimondi, giovanissime allieve della Scuola del libro di Urbino. Mentre la Bagheri indaga con raffinatezza il quotidiano di due figure femminili (D'istante), Valeria Prosperi e Chiara Raimondi riscrivono parti di realtà, e l'una affonda la sua protagonista in un mondo subaqueo dove si respira con con un piccolo boccaglio (Respiro), l'altra spia due gemelle fondersi e separarsi di fronte allo sguardo di una terza figura (Distanze). I corti verranno proiettati dalle 17 alle 24 sulle pareti delle stanze e del cortile di Palazzo San Gregorio durante lo svolgimento dei concerti.

 

Il progetto “Psss Psss Pssss” e il concerto per batterie

 

            Uno dei progetti speciali presenti è “Psss Psss Pssss”, che vede il suo ideatore e realizzatore Marino José Malagnino, in arrivo da Brindisi, alle prese con un'insolita composizione. Si tratta della conduzione di un gruppo di musicisti che suoneranno diversi strumenti musicali (fiati, chitarre, percussioni) ai quali verrà dato  un suggerimento melodico, tenendo conto della diversità espressiva di ciascuno strumento. Con questo metodo di creazione, Malagnino compone dal vivo brani strumentali inediti e irripetibili.

            Saranno Jacopo Andreini, Andrea Belfi, Francesco Motta, Cristiano Coppi, Riccardo Giubilo e Marco Zaninello i protagonisti del concerto per batterie. Un desiderio un pò folle, nato in Nevrosi e nei suoi collaboratori, qualch e anno fa, dopo l’ascolto dell’incredibile live “77 Boa Drum” realizzato dai Boredoms a Ney York, e dalla voglia di far incontrare I suoni e le ritmiche di percussionisti provenienti da esperienze musicali disparate tra loro. Oltre ad Andrea Belfi, che interviene anche come solista, parteciperanno Jacopo Andreini, polistrumentista e animatore della scena musicale sperimentale europea (tra i suoi numerosi progetti e collaborazioni ricordiamo Jealousy Party e Enfance Rouge), Francesco Motta, voce e batteria dei giovanissimi Criminal Jokers (nel novembre 2009 hanno esordito col disco This was supposed to be the future), Marco Zaninello degli Appaloosa, e I pistoiesi Cristiano Coppi e Riccardo Giubilo.

 

 

Un incontro con i critici musicali delle maggiori riviste italiane

 

            Lunedì 27 settembre alle ore 18.30 presso la Sala conferenze di Palazzo Puccini si terrà l'incontro Guida ragionevole al frastuono più atroce. Archiviare, produrre e rappresentare musica oggi. Una discussione sul senso della creazione musicale oggi e sui modi attraverso i quali raggiunge il pubblico. La storia di alcuni gruppi italiani, di etichette discografiche di recente formazione e di riviste storiche saranno oggetto di una riflessione sostenuta da Goffredo Fofi, intellettuale e direttore della rivista di arte, cultura, scienza e società “Lo Straniero”, Stefano Isidoro Bianchi, critico musicale direttore della rivista “Blow Up”, Federico Gugliemi critico, scrittore e produttore discografico, oggi responsabile delle pagine musicali del mensile “Il Mucchio Selvaggio”, e John Vignola, critico e animatore discografico, collaboratore della rivista “Il Mucchio Selvaggio” e conduttore su RadioRai2 del programma Twlight. Coordina l'incontro Simone Caputo (“Lo Straniero”, Sapienza – Università di Roma).

            Le questioni alla base del convegno provengono dalla pratica stessa del progetto nevrosi, una pratica sperimentata nel corso dei tre anni di lavoro per Arca Puccini, che dal 2008 a oggi ha accolto artisti come The Zen Circus (Pisa), The Cesarians (UK), Samuel Katarro (Firenze), Baby Blue (Prato), Criminal Jokers (Pisa) e molti altri.

 

 

 IL PROGRAMMA

 

domenica 26 settembre, dalle ore 18:00

Cortili interni di Palazzo San Gregorio (retro scuole “Marconi”), corso Gramsci 45

Concerti di Amavo (Venezia), A Small Document (Pistoia), Andrea Belfi (Verona), Blue Popsicle (Firenze), Ginny As Nuisance (Pistoia), Hazey Tapes (Firenze), Iaui (Pistoia / Finlandia / Spagna), Karl Marx Was A Broker (Pistoia), No Use For A Plan (Pistoia), Matteo Pit (Ravenna), Sumo (Bologna).

“Psss Psss Pssss”: composizione istantanea e conduzione di Marino José Malagnino (Brindisi).

Concerto per batterie: improvvisazione di Jacopo Andreini (L'Enfance Rouge, TSIGOTI, Jealousy Party, Squarcicatrici, …), Andrea Belfi (Grubbs/Pilia/Belfi, Tumble, Il Sogno del Marinaio, ex Rosolina Mar, …), Cristiano Coppi, Riccardo Giubilo, Francesco Motta (Criminal Jokers), Marco Zaninello (Appaloosa).

Headliner, dalle ore 22:00: Jeffrey Lewis & The Junkyard (New York City)

Sulle pareti, proiezione di cortometraggi di animazione, della Scuola del libro di Urbino, realizzati da Rojna Bagheri, Valeria Prosperi e Chiara Raimondi.

I concerti si terranno anche in caso di pioggia.

 

lunedì 27 settembre, ore 18:30

Sala conferenze di Palazzo Puccini – V.lo Malconsiglio, 4

Tavola rotonda: “Guida ragionevole al frastuono più atroce. Archiviare, produrre e rappresentare musica oggi” – Ospiti relatori: Goffredo Fofi (Lo straniero), Stefano Isidoro Bianchi (Blow Up), Federico Guglielmi (Il Mucchio Selvaggio), John Vignola (Radio Rai, Il Mucchio Selvaggio). Moderatore: Simone Caputo.