Fanfole - Fanfole

Fanfole di Nicola Villa

RSS Feed

Il bit dell’avvenire

Cover Da una iniziativa di Anonima Scrittori è nata l'antologia di racconti Il bit dell'avvenire che si propone di indagare il rapporto tra nuove tecnologie e letteratura.Tra l'altro l'idea è venuta a un informatico: Davide Ferrari, della Delta Effe.

"L'antologia – promossa da Anonima Scrittori – è nata per solleticare la creatività e l’indole letteraria sull’influenza delle nuove tecnologie nella vita di tutti i giorni. Social network, chat, cellulari, email, fino a una decina di anni fa la separazione tra il mondo privato e lavorativo era netta, oggi queste interconnessioni sono labili al punto da condizionare la quotidianità dell’intero mondo. Evento apocalittico o normale evoluzione? Cosa ne pensa la letteratura? Ci troviamo di fronte uno scenario nero, fatto di bit, o gli stessi bit sono invece portatori di cultura e innovazione, nello scrivere, nel vivere e nel pensare? La ricerca delle risposte alle innumerevoli domande all’interno di un libro collettivo, nato da un concorso, conterrà alcuni tra i migliori racconti inediti arrivati in redazione. Nell'antologia ci sono racconti anche di scrittori professionisti: Antonio Pennacchi (Mondadori – Laterza), Antonio Pascale (Einaudi), Lorenzo Pavolini (Fandango) e Giancarlo Baroni (MobyDick). Indice: Avanti veloce (simile all’oro) di Marco Berrettini Videotape da Carnate di Nicola Villa Bit generation di Giorgio Galetto Il giovane M di Lorenzo Pavolini Il bozzolo di Stefano Carbini Il telefonino di Antonio Pennacchi Il Padrù di Stefano Tevini Glaucone di Luca Baldini Love, Sex and I-phone di Camilla Cannarsa Savile Row (i Beatles nell’avvenire) di Stefano Cardinali Tom di Daniela Rindi I sassi, la vera storia dell’uomo che migliorò il mondo di Angelo Orlando Meloni L’attesa di Antonio Pascale Parigi, 1896 di Gabriele Santon Senza titolo di Vedrana Martinovic Errore irreversibile di sistema di Silvia Mericone Dillo alla luna di Fabio Brinchi Giusti Sex aplomb di Roberto Marinucci Imperfezioni di Gerardo Rizzo Blackout di Anna Profumo Perdere un treno di Andrea Bonvicini L’uomo interattivo di Vittorio Rainone"

Andrea Bonvicini